Anche la “Signora in giallo”… avrebbe assolto la maionese!

 

L‘estateè arrivata e porta con sé, come spesso è accaduto negli ultimi anni, ondate di caldo che mettono a dura prova il nostro organismo ma anche i cibi che mangiamo.

Oggi però vorremmo spendere due parole a favore della maionese, salsa molto utilizzata in questa stagione e spesso accusata, a torto, di essere la causa di disturbi e intossicazioni alimentari.

In verità non è sempre tutta colpa della maionese che invariabilmente accompagna l’insalata di riso o i tramezzini. Spesso le ragioni vanno ricercate altrove. Ci sono numerosi altri cibi a cui prestare attenzione, ad esempio la carne se non cotta ed anche la frutta e la verdura cruda.

Secondo la ricerca in campo alimentare, non esistono cibi da non consumare in estate, ma ci sono cibi per i quali è meglio prestare maggiore attenzione.
Fondamentale ribadire che la modalità di conservazione del cibo rappresenta uno dei fattori chiave assieme alle corrette norme igieniche durante la preparazione degli ingredienti.

Sicuramente avrete sentito parlare della catena del freddo, indispensabile per conservare al meglio un prodotto surgelato, garantirne l’integrità, gli standard igienici e la sicurezza alimentare. Con le alte temperature è facile che la catena venga interrotta e quindi il cibo mal conservato possa causare problemi. Meglio dotarsi sempre di buste o contenitori termici, specialmente se ci si sposta in autovetture arroventate dal sole.

Anche l’igiene gioca un ruolo di primo piano. Se non ci laviamo le mani prima di accingerci a cucinare e non laviamo accuratamente frutta e verdura, alcuni batteri che si trovano sul nostro viso in prossimità di naso e occhi, possono essere involontariamente introdotti negli alimenti consumati crudi.

Il suggerimento quindi, è di lavare con attenzione gli ingredienti, lavarsi le mani e ad esempio non utilizzare lo stesso tagliere per tagliare il pollo e preparare l’insalata, al fine di evitare contaminazioni tra un cibo che andrà cotto, il pollo, e un altro che verrà consumato crudo, l’insalata.
In questa stagione andrebbero seguite alcune altre semplici regole quali: aprire frigo e freezer solo quando serve, e per poco tempo, e non riempirli troppo perché altrimenti raffreddano meno. Poi non lasciare per troppo tempo a tavola i piatti preparati e gli avanzi del pasto. E infine consumare frutta e verdure fresche oppure congelarle.

Basta un po’ di attenzione in più e la maionese potrà finalmente scendere dal banco degli imputati.