Cena vegetariana a km 0 al Parco Archeologico di Seradina-Bedolina

Incisioni Rupestri | Capo di PonteAperto nel 2005, il Parco Archeologico di Seradina-Bedolina raccoglie alcune delle più importanti testimonianze di Arte Rupestre nel panorama nazionale ed europeo. Situato sul versante destro dell’Oglio, a Capo di Ponte, comprende rocce incise e dipinte risalenti all’Età del Bronzo (2000 a.C.) e del Ferro (1000 a.C.), divise secondo vari percorsi naturalistici.

Il Parco racchiude inoltre un particolare micro-ecosistema, popolato da rare specie botaniche incastonate fra i monti Pizzo Badile e Concarena, che regalano spettacolari giochi di luce donando un’atmosfera surreale e suggestiva all’intero ambiente.

In questa splendida cornice, nella giornata di venerdì 22 luglio il Parco Archeologico propone una grande iniziativa: visita guidata a partire dalle 18 fino alle 19:30, poi una cena vegetariana preparata con alimenti a km 0, il cui menù comprenderà una Selezione di formaggi camuni vaccini e caprini con confetture e miele locali, una Tortina salata con zucchine e formaggella, un Risotto alla birra Hapa e formaggio, Polenta grigliata con fantasia di funghi e infine Panna cotta con frutti locali.

La cena sarà basata interamente su ingredienti vegetariani cresciuti o preparati in Valcamonica: miele e confetture da apicoltori e agricoltori locali, formaggi autoctoni, riso, funghi e verdure coltivati o colti in loco. Dunque una cena basata sul rispetto dell’ambiente e della salute, con l’intrigante paesaggio montano a fare da sfondo.

Sarà un’ottima occasione non soltanto per approfondire la conoscenza di un periodo misterioso e affascinante come l’epoca preistorica, di godere delle meraviglie naturali e del clima mite in un paesaggio incantevole, ma anche di ristabilire un rapporto autentico e genuino con i sapori che contraddistinguono la cultura gastronomica camuna e che l’hanno caratterizzata per secoli.