Oggi in tavola il Baccalà in umido secondo la tradizione bresciana

Baccalà in umido con polenta

 

I piatti della tradizione bresciana spesso appartengono alle radici nel nostro passato rurale. Una cucina gustosa che con pochi ingredienti poveri ma genuini dava vita a piatti che sono rimasti nella nostra memoria.

Profumi che evocano ricordi: come quello di una cucina inondata dall’aroma di un buon piatto preparato da nostra nonna. Un bel modo per tramandare le nostre tradizioni in cucina.

Oggi parliamo del Baccalà, che senza dubbio fa ancora parte delle abitudini alimentari della provincia bresciana. Potete trovarlo nel menù di trattorie o ristoranti: dalla Franciacorta, ai Laghi alla Pianura. Un piatto che in questi ultimi anni a visto una graduale riscoperta. Oltre ad essere gustoso è anche un alimento molto sano, un cibo sostanzioso povero di grassi e calorie ma ricco di proteine e sali minerali come: fosforo, calcio, iodio e ferro.

Ottimo piatto unico adatto alle fredde giornate invernali per riscaldare il corpo e, perché no,  anche il cuore!

Ecco dunque la ricetta del Baccalà in umido alla bresciana

Ingredienti

800 g di baccalà bagnato del tipo “ragno” (stoccafisso),
1/2 bicchiere di olio del Garda
1 mazzetto di prezzemolo tritato
1 spicchio d’aglio
2 cucchiai di salsa di pomodoro
sale
pepe
farina bianca.

Preparazione

Preparate un tegame capiente, mettetevi l’olio di oliva, quasi tutto il prezzemolo e l’aglio tritati, fate soffriggere, aggiungetevi il baccalà e quindi salate e pepate secondo i vostri gusti. Fate rosolare dolcemente rimuovendo il pesce continuamente per evitare che si attacchi al tegame. Spruzzate un poco di farina bianca, mescolate bene e quindi bagnate con la salsa di pomodoro diluita in una tazza d’acqua calda. Lasciate cuocere bene per almeno un’oretta, se necessario bagnate ancora con acqua e concentrato di brodo. Servite con il sugo e una buona polenta.


Rimani aggiornato su Ricette, Eventi e Manifestazioni! 📩  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER