In tavola gli gnocchi di patate alla verza

Gnocchi di patate alla verza

Il cavolo 

Il cavolo, nella sua ampia varietà di tipologie, è l’ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza. Grazie all’elevato contenuto di vitamina C e allo zolfo, è un disinfettante e tonificante nelle affezioni dell’apparato respiratorio. Per inalterate le sue proprietà nutrizionali si coniglia di consumarlo da crudo in insalata oppure stufato o cotto al vapore. Il cavolo è ricco inoltre di fibre utili all’intestino e contiene un ottimo livello di potassio, calcio e ferro. I cavoli sono alimenti molto sazianti e poveri di grassi, quindi sono molti utili in una alimentazione ipocalorica. Studi recenti hanno provato la sua efficacia nella prevenzione di alcuni tipi di tumore grazie alla presenza di flavoni, glucosidi e sulforafani.

Il cavolo verza

La verza e il cavolo verza sono in realtà la stessa cosa. Un ortaggio a foglie scure e rugose, con nervature vistose e una superficie riccia e ondulata. Da non confondere però con il cavolo cappuccio che, al contrario ha le foglie lisce, un’unica nervatura centrale leggermente più spessa e molte nervature sottili. Mentre il cavolo cappuccio può essere consumato anche crudo in insalata la verza si consuma solo cotta.

Il cavolo verza è più delicato di quel che sembra e si presta a preparazioni saporite e sorprendenti come questi: Gnocchi di patate alla verza.
Una variante dei classi gnocchi di sole patate, un’ottima idea per cucinare questo particolare cavolo, ricco di proprietà benefiche.

Ingredienti

1 kg di patate
200 g di farina
50 g di burro
50 g di pancetta
30 g di Grana grattugiato
2 tuorli d’uova
1 cespo di verza
La scorza di 1 limone
Salvia q.b.
Sale q.b.

Preparazione

Lavate le patate e lessatele in abbondante acqua salata. Scolatele, sbucciatele e passatele nello schiacciapatate.

Lessate le foglie di verza per circa 10 minuti, scolatele, strizzatele e tritatele finemente.
Unite la verza alle patate, aggiungete la farina.

Sbattete i tuorli col parmigiano, condite con un pizzico di sale, un po’ di scorza di limone grattugiata e unite il composto all’impasto di patate e verza. Lavorate bene il tutto in modo da formare dei salamini da tagliare a tocchetti. Rigate gli gnocchetti con una forchetta e passateli velocemente nella farina.

Sciogliete una noce di burro in una casseruola e soffriggetevi la pancetta tagliata a dadini. Unite la salvia e il resto del burro.

Cuocete gli gnocchi immergendoli un po’ alla volta in abbondante acqua bollente salata, e scolateli a mano a mano che risalgono in superficie. Conditeli subito e servite gli gnocchi di patate alla verza spolverati di Grana Padano.


Rimani aggiornato su Ricette, Eventi e Manifestazioni! 📩  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER