Lido 84 nella top ten dei migliori ristoranti al mondo

Lido 84 - Gardone Riviera

 

Lido 84, ristorante di Gardone Riviera gestito dallo chef Riccardo Camanini, è l’ottavo ristorante migliore al mondo ed il primo in Italia: a rivelarlo la graduatoria 2022 stilata da The World’s 50 Best Restaurant.

Il Lido 84 insieme a Le Calandre di Padova, sono i due ristoranti italiani ad essere inseriti nella Top 10 della lista della gastronomia mondiale: il primo posto se lo è aggiudicato il Geranium di Copenhagen anche se l’Italia ha fatto la parte del leone, conquistando ben sei postazioni su 50
Oltre al Lido 84 e a Le Calandre sono stati inseriti: il St. Hubertus di San Cassiano, il Piazza Duomo di Alba, il Reale di Castel di Sangro e Uliassi di Senigallia.

Un successo incredibile che ha portato al ristorante gardesano una visibilità internazionale ed un’impennata di prenotazioni. Riccardo Camanini, chef classe ’73, formatosi alla “corte” del celebre Maestro Gualtiero Marchesi, non si è montato la testa e prosegue la sua scalata nella gastronomia internazionale grazie ad una cultura culinaria di eccellenza, alla continua ricerca ed a quel mix tra tradizione ed avanguardia che rappresenta il suo punto di forza. Successo che Riccardo Camanini divide con il fratello Giancarlo, con lui fondatore del Lido 84, e curatore della parte commerciale.
Di origine bergamasca Camanini è approdato sul lago di Garda dopo una carriera passata nei migliori ristoranti: l’Albereta di Erbusco di Gualtiero Marchesi, Le Manoir aux Quat Saison con Raimond Blanc, La Grande Cascade a Parigi, con Jean-Louis Nomicos, Villa Fiordaliso a Gardone Riviera. Il tutto intervallato con passaggi in varie cucine europee. L’approdo a Gardone Riviera risale al 2014 ed è subito un successo: a sei mesi dall’apertura ottiene immediatamente la sua prima stella Michelin. Solo l’inizio di una crescita continua che ha portato ai risultati odierni.
Anche la Guida Michelin, in questi anni ha riconosciuto il valore del Lido 84, premiando il ristorante di Camanini con una stella. Anche se non è l’unico ristorante bresciano ad essere presente all’interno della celeberrima guida.

Con due stelle, infatti, vi sono Miramonti L’Altro di Concesio, guidato dallo chef Philippe Leveillè, e il ristorante di Villa Feltrinelli a Gargnano, che in cucina vede la presenza di Stefano Baiocco.
A seguire oltre a Lido 84 vi sono, con una stella: la Speranzina di Sirmione, ultima entrata proprio nel 2022, il Gambero di Calvisano, del Due Colombe di Borgonato di Corte Franca, l’Esplanade di Desenzano del Garda, La Tortuga di Gargnano, il Capriccio di Manerba, il Sedicesimo Secolo di Orzinuovi, il Leon d’Oro di Pralboino e La Rucola 2.0, ancora a Sirmione.
Oltre ai ristoranti stellati la guida Michelin raccoglie anche i Bib Gourmand, ossia un elenco di locali dove si mangia bene con cifre inferiori ai 35 euro a persona. Tra i ristoranti bresciani vi sono: Osteria Da Sapì di Esine, il Dalie & Fagioli di Manerba, l’Osteria della Villetta di Palazzolo, Trattoria Eva a Botticino, Trattoria Porteri a Brescia, Villa Aurora a Soiano, il Cortiletto a Toscolano.

Diego Serino


Rimani aggiornato su Ricette, Eventi e Manifestazioni! 📩  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER