Mangia come parli: l’evoluzione del linguaggio sul cibo

Mangia come parli | Cinzia Scaffidi

 

Benvenuti nella nostra biblioteca culinaria, ricca di gusto, sapore e tanta passione. Oggi, il nostro appuntamento con la lettura, si sofferma su un’affermazione interessante: mangia come parli! No, non è solo un’esclamazione. È molto di più. “Mangia come parli” è il titolo di un libro, edito da Slow Food Editore nel 2014, scritto da Cinzia Scaffidi, vice Presidente di Slow Food Italia e docente presso l’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo.

Nessuno più di Cinzia Scaffidi conosce l’importanza delle parole. Perché le parole sono un po’ come le metafore. Le chiamiamo in causa per spiegare meglio un fenomeno, per poi renderci conto che invece lo trasformano, portando con sé mutamenti di senso anche clamorosi, eppure capaci di insinuarsi senza troppo rumore nel linguaggio comune.

Un vocabolario, il suo, che prende in esame 100 parole: dalla A di Agricoltura alla Z di Zappare. Un’antologia che descrive come l’evoluzione sociale, dei costumi e dei consumi, abbia modificato il significato del linguaggio negli ultimi cinquant’anni. 100 termini per raccontare il mondo del cibo e i suoi mutamenti più recenti.

“[…] Parole come grasso, magro, crudo, per esempio, sono tra quelle le cui evoluzioni sono più evidenti. Magro era una parola negativa, oggi invece indica cura e benessere. Grasso ha fatto esattamente il percorso inverso. Crudo era un difetto, una mancanza, un allarme, e invece è diventata una modalità di “cucina”. Così l’autrice spiega l’importanza dell’evoluzione delle parole in un’intervista rilasciata alla testata online “Piego di Libri” www.piegodilibri.it/

Ogni termine, secondo Cinzia Scaffidi, conduce a percorsi che arrivano lontano. Il libro è un invito a riflettere sui nostri modi di vita e sulle scelte che condizionano la nostra alimentazione. Scelte che molto spesso i grandi produttori fanno nei loro interessi e non in quelli di noi consumatori.

Il libro consiglia di fare attenzione alle parole con cui parliamo di alimentazione. E’ un suggerimento a riprendere il controllo delle nostre scelte e a ragionare sui fatti e sulle giuste azioni da compiere per conquistare una cultura del cibo più consapevole, rispetto alla scelta indotta dal consumismo.

Una rassegna di parole chiave nel discorso gastronomico che usiamo quotidianamente e che, spesso, si sono trasformate profondamente, fino a sfiorare i loro contrari.

Buona lettura!


Rimani aggiornato su Ricette, Eventi e Manifestazioni! 📩  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER