Casoncelli al burro e salvia

Per chi non lo sapesse i Casoncelli, come numerosi altri piatti appartenenti alla cucina tradizionale bresciana, sono un piatto ricco di storia.

Se ne trova già traccia a metà del 1500 nel componimento popolare “La massera da bè” del poeta e scrittore di origini bresciane Galeazzo dagli Orzi.

Vi presentiamo qui la variante con il ripieno di magro.

Ingredienti per 6 persone.

Per la pasta:
400 g di farina bianca
3 uova intere
1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
sale

Per il ripieno:
300 g di schiuma di ricotta (“puina” montanara),
50 g di pane grattugiato
3 uova intere
150 g di erbette lessate
sale
pepe

Per il condimento:
70 g di burro
qualche foglia di salvia
1 rametto di rosmarino
80 g di formaggio grana grattugiato

Preparazione

Mettete sulla spianatoia la farina bianca, il sale, le uova e l’olio extravergine di oliva. Impastate per bene fino ad amalgamare tutti gli ingredienti e infine tirate due sfoglie non troppo fini, facendo attenzione che non si asciughino.
A parte preparate il ripieno. In una terrina incorporate alla ricotta il pane grattugiato, le uova, le erbette lessate e finemente tritate, il sale e il pepe. Mescolate con cura i vari ingredienti aggiungendo pane grattugiato se l’impasto risulterà troppo umido. Mettete sulla sfoglia, che non avrete fatto asciugare, alla distanza di 2 dita circa, tante palline di ripieno grosse come una nocciola, ricoprite con l’altra sfoglia, chiudete con le dita la pasta tra una pallina e l’altra e tagliate i casoncelli a mezzaluna o a triangoli come preferite. Lasciateli asciugare su un panno infarinato e fateli cuocere in abbondante acqua bollente salata a tegame scoperto avendo cura di farli bollire lentamente. Scolateli per bene, conditeli con
burro fuso, salvia e rosmarino (il rametto che poi toglierete) e cospargeteli di formaggio grana grattugiato. Serviteli bollenti in piatti caldi.


Rimani aggiornato su Ricette, Eventi e Manifestazioni! 📩  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER