Rimani aggiornato

Il Museo Archeologico di Gavardo


Il Museo Archeologico di Gavardo

 

Il Museo Archeologico di Gavardo

 

Ricchissima di storia, la Valle Sabbia conserva i suoi tesori preistorici nel Museo Archeologico di Gavardo nel quale in una sala troneggia lo scheletro di un orso delle caverne.

Ospitato in un edificio quattrocentesco nel centro storico di Gavardo, il Museo è stato fondato nel 1956 dal “Gruppo Grotte Gavardo” e in seguito ceduto al Comune. Il Museo offre al visitatore un quadro della storia della Valle Sabbia e dell’area gardesana dal Paleolotico al Medioevo.

Lungo il  percorso espositivo è possibile apprezzare una selezione dei rinvenimenti del territorio, dalla fauna pleistocenica del Buco del Frate, con lo scheletro di Ursus Spelaeus, ai materiali dell’abitato preistorico di Monte Covolo. Un’area è dedicata ai reperti del sito palafitticolo del Lucone di Polpenazze tra i quali spiccano frammenti di tessuti e una piroga, di cui si conserva il calco. Numerosa la ceramica, gli oggetti in terracotta – quali le celebri tavolette enigmatiche – in bronzo e in corno-osso.

I reperti dell’epoca romana provengono dalla necropoli del Lugone di Salò, con i suoi ricchi corredi e la celebre borraccia figurata.

Privacy policy - Cookie policy
è un progetto di Officina Creativa srl
Licenza Creative Commons CC
P. Iva: 02597460985