• ITA
  • ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

    Appunti di degustazione: Cantina Saottini – Lonato

    Cantina Saottini di Lonato: la territorialità nel bicchiere

     

    Cantina Saottini - Lonato - Foto di famiglia

    Gusto e tradizione contadina dal 1917

    Le radici della Cantina Saottini iniziano a crescere nei primi anni del 1900, quando la numerosa famiglia si trasferisce da Botticino a Lonato, per continuare l’attitudine agricola nei campi della Cascina Croce.

    Quando gli uomini vengono chiamati in guerra, la nonna Maria rimane sola con quattro bambini da crescere, ma non si perde d’animo: decide di prendere in affitto una cascina, dando così la possibilità al marito Cesare di ritornare, per dirigere l’attività. Da qui nasce l’azienda agricola, nel tempo ampliata in realtà vitivinicola.

    Ed ora, passeggiando tra le vigne della Cantina Saottini, arrivata alla quarta generazione, si respira un felice connubio di memoria, data dall’esperienza e dalla tradizione dei nonni, e novità, che l’attuale guida Daniele profonde a piene mani.

    Qui si producono vini prettamente del territorio, con uve di Groppello, Marzemino, Barbera, Merlot, Rebo e Chardonnay, prestando grande attenzione alla sanità del frutto, già naturalmente favorita dalla posizione e dal clima, con interventi manuali e meccanici volti al conseguimento di un’alta qualità. Ad oggi la proprietà si estende su venti ettari, con una resa media di ottanta quintali d’uva per ettaro, per una produzione di 70.000 bottiglie l’anno.

     

    Cantina Saottini - Lonato - Degustazione

     

    La ricercata territorialità si percepisce sia degustando il vino che, ammirando le etichette delle bottiglie: richiamano, infatti, i nomi dei venti e delle costellazione del lago di Garda.
    I vini che abbiamo apprezzato maggiormente sono stati Candrì, Lugana DOP, ottenuto esclusivamente da uva autoctona con spiccata mineralità e profumi floreali e Rosa dei Venti, Chiaretto DOC, dal colore rosa corallo tenue.

     

    Cantina Saottini - Lonato - Lugana DOP Candrì

     

    Suggeriamo di non perdere Bifolco, Benaco Bresciano rosso IGT riserva, corposo e vellutato, con sentori di frutta rossa matura, ottenuto da uve Rebo, Merlot e Cabernet. È perfetto per un incontro a due, oppure semplicemente da soli, in meditazione, accanto al fuoco.

    Abbiamo assaporato anche un ottimo olio extravergine di oliva Garda DOP, derivante dalla coltivazione nella stessa azienda di 400 ulivi da più di settant’anni.

     

    Cantina Saottini - Lonato - Olio extravergine di oliva

     

    Cantina Saottini è anche a disposizione – su prenotazione – per degustazioni, cene e feste: al coperto, nel vecchio riparo degli animali, dove ha trovato spazio un lungo tavolo in legno, ideale fino a 40 persone, oppure all’aperto, per respirare l’aria frizzantina godendosi il panorama della Valtenesi.

    Si nota un tocco femminile, che cura ogni dettaglio e completa il lavoro e il rispetto che viene profuso per ottenere vini di qualità e grandi soddisfazioni.

     

    Degustazione a cura di Marzia e Vera


    Cantina Saottini

    Lonato del Garda Via Tugurio, 3
    348.9301126


    Rimani aggiornato su Eventi e Manifestazioni
    .. tutte le settimane direttamente sul tuo telefono


    CLICCA QUI!

    Whatsapp


    Brescia a Tavola | Associazione Brescia a Tavola
    License Creative Commons CC
    P. Iva: 04489920985