Luccio alla Gardesana
In foto il Luccio del Ristorante Erica – Sirmione

Luccio alla Gardesana

Il Luccio alla Gardesana, come dice il nome stesso, è un piatto tipico della zona del Lago di Garda.
Si tratta di un pesce lacustre dalle carni tenere, con pochissime calorie e molti sali minerali e vitamine.
Il suo gusto è molto intenso e in questa ricetta viene sublimato da altri ingredienti sempre locali, come i limoni, i capperi e l’olio d’oliva del Garda.
La ricetta non è particolarmente complicata da realizzare e il risultato sarà un secondo piatto fresco e delicato, ma è perfetto anche da abbinare con una porzione di polenta.

Ingredienti per 6 persone:

1 luccio di almeno 2 kg
2 spicchi di aglio
6 filetti di pesce agone sott’olio o in alternativa di alici
una manciata di capperi
foglie d’alloro
prezzemolo tritato
1 bicchierino d’aceto
1 bicchiere olio di oliva

Preparazione

Tagliare testa e coda al luccio poi dividere il pesce in tre pezzi. La testa e la coda vanno poi messe in una pentola con acqua fredda aggiungere 1 carota, 1 pezzo di cipolla, 1 pezzo di sedano, 1 spicchio d’aglio diviso a metà, 1 foglia di alloro, una spruzzata di aceto e un pizzico di sale. Portare il tutto ad ebollizione e far sobbollire per almeno 20 minuti, finché il saporito e profumato brodo di pesce non sarà pronto.

Filtrare, quindi, il brodo con un colino e rimetterlo sul fuoco riportando nuovamente a bollore. A questo punto aggiungere al brodo i tre pezzi di luccio e cuocere per circa 20 minuti.

Nel frattempo preparare la Salsa Gardesana mettendo in un tegame l’olio e l’aglio facendoli dorare; a questo punto aggiungere i filetti di agone o alici tritati a coltello, l’alloro, i capperi, l’aceto e cuocere per alcuni minuti.

Quando il luccio sarà cotto,  versarvi sopra la salsa e lasciare il tutto in frigorifero per un paio di giorni, coperto con pellicola trasparente. Questo procedimento serve a far insaporire bene il nostro Luccio alla Gardesana.