“Costruendo Ruralopoli”, progetto di Slow Food Brescia per creare una Comunità che Supporta l’Agricoltura

Costruendo Ruraropoli

 

Creare attraverso consapevolezza, conoscenza e coinvolgimento un modello alternativo da contrapporre al modello industriale di produzione, considerato una delle cause dei cambiamenti climatici, dell’erosione della biodiversità alimentare e dello sfruttamento del Sud del mondo: sono questi gli obiettivi che si pone “Costruendo Ruraropoli”, progetto messo in campo da Slow Food, per sviluppare, anche a Brescia, una Comunità di Supporto all’Agricoltura (CSA).

Una Comunità che Supporta l’Agricoltura è un progetto che segue principi di autorganizzazione non gerarchica e di solidarietà, ed è finalizzato all’autoproduzione di cibo sano, locale e sostenibile. Progetti di questo tipo esistono già in diverse parti del mondo e funzionano felicemente da anni (in alcuni casi decenni), attualmente il fenomeno è in rapido aumento. Una CSA rappresenta una possibilità concreta di creare una forma di vita sostenibile anche in città, e consente di portare ad un cambiamento reale e duraturo delle abitudini e degli stili di vita, delle modalità di consumo e di produzione.

Convinta che alla diffusione delle monocolture, agli allevamenti intensivi, ad un sistema distributivo fondato su delocalizzazione, destagionalizzazione e sprechi, al consumo eccessivo di acqua e in generale allo sovrasfruttamento delle risorse naturali, che caratterizzano il modello attuale di produzione alimentare, debba essere trovato un sistema alternativo, Slow Food, vuole spezzare definitivamente il binomio fornitore cliente, introducendo, proprio attraverso i CSA, il paradigma produttore coproduttore.

“Costruendo Ruralopoli” è un progetto che vuole andare proprio in questa direzione ma che, per raggiungere il proprio obiettivo ed essere economicamente sostenibile, ha bisogno di una rete di circa 1000 persone. Il lavoro fatto in questi anni di costruzione di relazioni territoriali ha permesso di raggiungere delle aggregazioni di persone che a loro volta dovrebbero consentire di ottenere il numero di persone necessario alla sostenibilità del progetto stesso.

Si tratta di un percorso già avviato ma che se vuole avere successo deve coinvolgere un bacino sempre più ampio di persone e realtà territoriali. Per questo per costruire Ruraropoli sono state attivate una serie di iniziative che vanno proprio in questo senso: la collaborazione con l’amministrazione pubblica nell’implementare “Nutrire Brescia” , l’utilizzo di Internet come canale di comunicazione permanente sullo stile dei MOOC (Massive Open Online Courses), momenti conviviali di contatto nei luoghi della nuova geografia e esperire in prima persona quali pratiche sostanziano una CSA.

Costruire Ruraropoli rappresenta un passo fondamentale per riuscire a creare una Brescia che sia il più sostenibile possibile: le competenze agronomiche, energetiche ed economiche, temi che motivano la costruzione di una CSA, devono essere condivise da tutti i partecipanti perché il processo sociale di collaborazione abbia senso.

L’obiettivo, quello di coinvolgere 1000 persone nel progetto non è facile ma possibile: primo passo è riuscire a trasferire informazioni in un modo che siano efficaci ed il più funzionali ad apprendere le conoscenze necessarie. La scelta, quindi, è quella di puntare sulla produzione della e la distribuzione di video, e sulla partecipazione attiva mediante assemblee. Avendo come stimolo la struttura di un MOOC, senza utilizzare tecniche di verifica dell’apprendimento, verrà fornito del contenuto strutturato sulle pratiche agronomiche, economiche e energetiche. Questo materiale distribuito tramite i social, disponibile prima durante e dopo gli incontri, sia in rete che d’incontro, permetterà di far concentrare i partecipanti solo nel prendere quelle decisioni che costituiranno la vita della CSA stessa.

“Stiamo costruendo una comunità attenta ai temi ambientali e che supporti l’agricoltura attraverso una sottoscrizione di 100 famiglie – circa 260 persone – che consumino alimenti biologici del territorio, prodotti o distribuiti dall’azienda agricola Cascina Ospitale di Rezzato.
Per partecipare, rimanere informato sul progetto e sulle nostre iniziative, compila il form qui.”

Dove Trovarci:
Via Bronzetti Narciso, 8 Rezzato
Cell. 347.2842378

 


Rimani aggiornato su Ricette, Eventi e Manifestazioni!
📩  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER