Con Halloween vola il “business” delle zucche in Italia

Zucche di Halloween

 

Le zucche di Halloween. Chi l’avrebbe mai detto qualche decennio fa: ma è proprio così. Una festa di importazione come quella di Halloween, di chiara marca anglosassone, si è talmente diffusa e radicata anche sul nostro territorio da riuscire ad influenzare la produzione agricola.

La produzione – rende noto Coldiretti – è in crescita e ha raggiunto quota 40 milioni di chili all’anno su duemila ettari di terreno. Il 25% della produzione nazionale si ottiene in Lombardia ma la coltivazione è diffusa anche in Emilia-Romagna, Veneto, Campania, Lazio, Liguria, Sicilia e Toscana. Volano anche le esportazioni di zucche Made in Italy che, nel 2018, hanno fatto registrare “uno storico aumento record del 16%”.

Oltre ad essere il simbolo per eccellenza di questa festività, durante la quale se ne registra un picco nell’acquisto, la zucca ha fatto segnare un utilizzo sempre più vasto non solo in cucina, ma anche come elemento ornamentale. Così nelle vetrine, sui terrazzi e nei giardini è tutto un fiorire di zucche di varie forme e colori. Un elemento naturale che riporta nelle nostre case la centralità della terra.

Come conservare le zucche intagliate di Halloween

Se anche voi siete stati catturati dal desiderio di intagliare una zucca per partecipare alla magica notte delle streghe, ecco qui alcuni qui consigli di Coldiretti per conservare più a lungo il frutto del vostro lavoro.
Una volta alla settimana passare sulla parte esterna un po’ di olio vegetale con un panno morbido e lasciarla in un luogo fresco e asciutto. Successivamente ogni 4-5 giorni immergerla in acqua fresca. In caso di aria particolarmente secca, in casa, di notte è consigliabile coprire la zucca con un panno umido.


Rimani aggiornato su Ricette, Eventi e Manifestazioni! 📩  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER