Inizia la scuola: qual è la merenda giusta per i nostri figli?

Merenda pane e marmellata

 

Il 12 settembre in Lombardia inizia la scuola e, a parte tutte le variabili che possono sfuggire al nostro controllo, c’è qualcosa che potremmo fare per i nostri figli: scegliere la merenda giusta da consumare durante la pausa.

Di primo acchito, con tutto quello a cui dobbiamo pensare, sembra una cosa di secondaria importanza. In realtà, considerato che la salute parte da una corretta alimentazione, anche la merenda gioca il suo ruolo.

Abbiamo fatto una breve ricerca ed ecco qui alcuni suggerimenti al riguardo.

Dato per assodato che le merendine confezionate sono comode e veloci, certamente non rappresentano la scelta più salutare. Sono troppo ricche di grassi e di zuccheri raffinati. La soluzione migliore sarebbe quella di tornare alle abitudini di una volta, quando si portava lo spuntino da casa oppure di alternare le merendine con qualcosa preparato da noi e abbinarle con frutta fresca o secca.

È infatti controproducente eliminare del tutto le merendine: ciò che non si dovrebbe mangiare è sempre ciò che si desidera di più. Allora come fare?

Il segreto è variare. Se l’alimentazione quotidiana è equilibrata si possono tranquillamente alternare merende più ricche ad altre più salubri. Meglio quindi non far sparire completamente dalla dispensa merendine e snack. Potremmo usare invece qualche astuzia per insegnare ai bambini a scegliere di variare merenda e assaggiare cose nuove, giocando con loro ad alternare che cosa mettere nello zaino.

È anche utile tener conto del tipo di attività quotidiana svolta, ad esempio gli impegni sportivi. Quindi ad un dolce semplice, tipo pan di Spagna, o ad un pacchetto di cracker aggiungete un frutto di stagione, utile apporto di vitamine, sali minerali e fibre.

L’obiettivo è ridurre il più possibile il consumo di spuntini confezionati ricchi di conservanti, preparando ad esempio un dolce fatto in casa con pochi ingredienti genuini. Se però vi manca il tempo, va benissimo anche la classica fetta di pane e marmellata, soprattutto se la confettura è fatta in casa oppure a basso contenuto di zuccheri.

In alternativa alla frutta fresca, che non sempre è gradita, potete riempire un piccolo contenitore ermetico con un po’ di frutta secca: uva passa, mandorle, noci e nocciole, semprechè non vi troviate in presenza di intolleranze specifiche.


Rimani aggiornato sui prossimi eventi! 📨  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER