La Polenta Taragna: regina dell’inverno!

Polenta Taragna

 

Le lunghe serate invernali si passano più volentieri in con la tavola imbandita e un piatto fumante… allora perché non preparare una bottiglia di rosso e un’abbondante Polenta Taragna? Oggi vi proponiamo la ricetta di questo piatto tipico della Valtellina molto amato anche in provincia di Brescia.

Un po’ di storia

Originariamente la polenta taragna era preparata con la sola farina di grano saraceno, un grano nero privo di glutine che può essere consumato senza problemi anche da chi soffre di celiachia. L’uso di questo grano, la cui origine risale al 1500, si era diffuso in Valtellina per farne la polenta, grazie alla sua capacità di resistere ai climi rigidi tipici della zona, diventando così uno dei cibi fondamentali nel’’alimentazione degli abitanti del luogo.

Da notare che il grano saraceno grazie alle proprie caratteristiche nutrizionali peculiari, ossia un elevato valore proteico, può essere inerito a pieno titolo nella categoria degli pseudocereali, accanto alla quinoa.

La ricetta originale

Nella ricetta originale, la polenta taragna era preparata con la sola farina di grano saraceno aggiungendo burro e formaggio. Il sapore risultava però molto forte e deciso, pertanto chi poteva permettersi l’acquisto di farina di mais, la aggiungeva a quella di grano saraceno per ingentilirne il sapore. A giorni nostri, infatti, questo piatto si prepara con una miscela delle due farine.

L’aggettivo “taragna” si riferisce al “tarell”, che in dialetto era il bastone usato secondo la tradizione per girare la polenta che, come ben saprete, va mescolata senza sosta fino a cottura completata. Nella tradizione, la polenta taragna veniva preparata in una pentola di rame messa sul fuoco del camino o con una stufa a legna, ora si utilizzano spesso polente istantanee, ma la bontà vera si ottiene solo con una polenta a lenta cottura come si faceva una volta!

Ingredienti per 6 persone:

350 g di farina integrale di mais
120 g di farina di grano saraceno
250 g di burro di montagna
250 g di formaggio morbido magro
250 g di formaggio morbido grasso
qualche fogliolina di salvia

Preparazione della polenta taragna

Per prima cosa è necessario mescolare le farine. Con la miscela ottenuta preparate una polenta con circa 120 g. di burro e 2.50 lt di acqua circa. L’ideale sarebbe utilizzare in un paiolo di rame, come vuole la tradizione. In assenza del paiolo, andrà bene anche una grossa pentola.

Quando saranno passati 45 minuti di cottura, aggiungete quel che resta del burro e il formaggio che avrete nel frattempo tagliato a pezzetti. Mescolate ancora per 20 minuti, lasciando che il formaggio venga incorporato e si amalgami in maniera omogenea.

Quando sarà pronta, servite la Polenta Taragna in fondine singole. Conditela a piacere con un po’ di burro fuso insaporito con le foglie di salvia fresca. Questo aiuterà a stemperare il gusto intenso della polenta e a renderla più fresca e aromatica. Buon appetito!


Rimani aggiornato su Ricette, Eventi e Manifestazioni! 📩  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER