La Val Vestino: un affascinante territorio montano da riscoprire

Val Vestino - Brescia

 

Viviamo in un periodo nel quale chi non viaggia e non può quindi vantarsi di avere visto chissà quali meraviglie a migliaia di km da dove vive spesso riscuote poco successo.

Noi, al contrario, vi suggeriamo di riscoprire i paesaggi naturali a due passi da casa: uno di questi è la Val Vestino. Si tratta di un affascinante territorio montano collocato tra il lago di Garda, la diga d’alta quota di Ponte Cola e il lago d’Idro.

La Valle, è condivisa dai comuni di Magasa e Valvestino e si sviluppa lungo il torrente Toscolano ed i suoi affluenti. Un territorio di straordinario valore naturalistico collocato nel cuore del Parco Alto Garda Bresciano.

Una visita in Val Vestino, vi porta alla scoperta di un vero e proprio tesoro naturale che, attraverso i musei locali, si trasforma in un suggestivo viaggio indietro nel tempo.

Borgo Cima Rest è caratterizzato da fienili assolutamente particolari: il tetto, ripido e spiovente, è realizzato con steli di cereali e rappresenta attualmente l’unico esempio conosciuto di edificio con tetto in paglia ancora presente in Lombardia.

Numerosi sono i percorsi adatti al trekking e alla mountain bike, tutti ben documentati sul sito ufficiale della valle: http://www.visitvalvestino.it/

Tra tutti i sentieri percorribili spiccano le Antiche Vie della Val Vestino. Fino a pochi decenni fa, infatti, i sette paesi che la compongono erano collegati unicamente da sentieri e mulattiere.

Molti di questi percorsi sono caduti in disuso e, in alcuni casi, il bosco li ha cancellati. Altri invece sono ancora facilmente individuabili e recentemente sono stati ripristinati e segnalati con chiarezza per coloro che intendono muoversi da un paese all’altro in mezzo alla natura. I paesi della valle sono collocati in modo tale da rendersi solo in rari punti visibili l’uno all’altro: seguire i vecchi tracciati che li collegano, permette di godere di vedute insolite e suggestive che rimandano al rapporto secolare tra gli abitanti del luogo con l’ambiente circostante.

Da non perdere la vista sul lago formato dalla diga di Ponte Cola: le acque sono incredibilmente azzurre, di una sfumatura che lascia senza fiato. La sponda di Vesta, quella opposta all’unica strada presente, è raggiungibile solo a piedi o in barca: si tratta di un’area di natura selvaggia di grande importanza, con ettari di flora e fauna incontaminate. Pochi sanno che sotto le acque blu del lago si nasconde lo scheletro di un’epoca passata: una vecchia dogana, ultimo ricordo di quando la valle era terra di confine. Era l’edificio preposto al controllo delle merci in entrata ed uscita dall’Austria-Ungheria, la valle infatti fu annessa all’Italia solo nel 1916.

In Val Vestino non mancano neppure i prodotti tipici. Il più conosciuto è senza dubbio il formaggio Tombea, prodotto utilizzando esclusivamente il latte delle vacche allevate negli alpeggi e nelle stalle del territorio.
È un formaggio di altissimo pregio a crosta dura, che ha una limitata diffusione commerciale a causa del ridotto numero di produttori. A differenza di altri formaggi d’alpeggio, ha un gusto dolce che permette di apprezzare tutta la fragranza del latte e dei fiori di montagna.

Andate a fare un giro in Val Vestino: bellezza e gusto sono dietro l’angolo… approfittatene!


Rimani aggiornato su Ricette, Eventi e Manifestazioni! 📩  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER