La Valle delle Cartiere. Una giornata tra storia e natura

Valle delle Cartiere

 

Una barca naufragò nel Garda; il vento spezzò l’albero e portò la vela ad incassarsi in una insenatura di Toscolano. La forza delle onde ridusse la vela in poltiglia ma l’esposizione al sole tornò a darle consistenza. Quando alcuni abitanti del luogo si resero conto che quel materiale era adatto alla scrittura fondarono la prima cartiera.” Questa la leggenda che narra le origini delle cartiere in Toscolano.

Località sulla sponda bresciana del Lago di Garda, deve le sue radici storiche alla Valle delle Cartiere, polo cartario di notevole fama e tradizione già nel Quattrocento. La sua posizione sulle rive del fiume Toscolano, l’avevano resa un luogo adatto alla costruzione di numerose cartiere ma, con l’avvento dell’energia elettrica, si è assistito a un graduale spopolamento della valle per il trasferimento della produzione cartaria sulle rive del lago.

La Valle delle Cartiere è comunque rimasta disseminata di quelli che potremmo definire i resti di “un’archeologia industriale” a testimonianza di un eccezionale passato. Numerosi i percorsi che la attraversano e che consentono di visitare questa sorta di “museo a cielo aperto”.

Noi vi suggeriamo il percorso che parte dalla Statale 45bis, nelle vicinanze del ponte di Toscolano. Lasciata l’autovettura nel parcheggio, si prosegue per la strada sterrata e, dopo il Centro di Eccellenza di Maina Inferiore… inizia l’avventura. Potete decidere se compiere la vostra escursione da soli o partecipare ad una visita guidata.

Senza addentraci nei dettagli minuziosi del percorso, vogliamo piuttosto attrarre la vostra attenzione sugli scenari naturali che incontrerete. Si tratta di uno degli ambienti più originali nel territorio del Parco Alto Garda Bresciano.

Qui la vegetazione è tornata prepotentemente ad occupare gli spazi dell’industria e le cartiere assumono in molti casi l’aspetto di rovine immerse nel verde. Dal punto di vista geologico la Valle si distingue per la presenza di ripidi versanti e strette forre disseminate di ruderi e spazi che un tempo appartenevano all’industria. Il suo fascino è legato anche alla ricchezza e alla varietà della vegetazione, favorita dal clima mite e temperato.

Altra particolarità è il tipo di roccia che caratterizza il percorso. Tutto il primo tratto della Valle delle Cartiere è infatti inciso nella “scaglia lombarda”, una roccia fittamente stratificata e ripiegata.

Lungo il tragitto troverete poi ponti di legno, passerelle a strapiombo e ripide stradine fino a quando imboccherete la Bassa Via del Garda, che permette di attraversare l’intero territorio del Parco Alto Garda Bresciano da Salò a Limone, mantenendosi per lunghi tratti a poca distanza dalla costa, in un entroterra ricco di paesaggi mediterranei e di sorprendenti vedute.
Un posto magico e sereno nel quale si respira la tranquillità della natura. Ideale per una gita alla scoperta di luoghi straordinari e fuori dal tempo. Da non perdere una visita al Museo della Carta ubicato presso il Centro di Eccellenza di Maina Inferiore.


Rimani aggiornato su Ricette, Eventi e Manifestazioni! 📩  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER