Valli Resilienti: diamo nuova vita all’alta Valle Trompia e all’alta Valle Sabbia

Valli Resilienti - Prealpi Bresciane Attive

 

Valli Resilienti

Conoscete il progetto Valli Resilienti? Nel caso vi fosse sfuggito, ecco qui qualche informazione.

Il progetto Valli Resilienti – Prealpi Bresciane Attive, è riferito ai territori dell’alta Valle Trompia e dell’alta Valle Sabbia, in provincia di Brescia. La regia del progetto è affidata alle due Comunità Montane di riferimento, cui si affiancano una serie di partner del terziario attivi nell’area e che fanno capo al Consorzio Valli e al Consorzio Laghi. Ecco i numeri: 13 partner, 25 Comuni e un’ampia rete di soggetti pubblici e privati coinvolti.

L’obiettivo

Valli Resilienti intende dare nuova vita ai territori della Valle Trompia e della Valle Sabbia, valorizzandone le potenzialità culturali, storiche e ambientali, attraverso virtuosi processi di sviluppo e coinvolgimento delle comunità residenti. Obiettivo principale è la definizione di una rinnovata identità locale, che passi attraverso la riappropriazione del territorio da parte degli stessi abitanti in termini di comunità attiva.

I driver

I 4 assi principali del progetto si sintetizzano in questi punti cardine (drivers): Valli Smart, Valli Solidali, Valli Collaborative e Valli Viventi.

Smart, poiché punta sull’incremento dell’accessibilità e della fruibilità dei servizi per il rilancio del territorio locale.

Solidali, perché promuove un nuovo modello in grado di alimentare significative relazioni sociali, di partecipazione alla vita della comunità, di costruzione di rinnovate forme di convivenza e di sviluppo di esempi di responsabilità e di risposta comune ai bisogni.

Collaborative, a riunire le azioni che si focalizzano sulla riscoperta degli elementi identitari dell’area e dei valori legati alla storia e all’operosità che da sempre contraddistinguono queste valli.
Viventi, per presidiare le risorse ambientali e le opportunità di sviluppo ad esse correlate.

Valli Resilienti si configura come l’opportunità di dar vita a un sistema locale integrato, attrattivo e capace di creare un “ponte verso la città”, in particolare nei confronti del limitrofo polo urbano di Brescia, che restituisca al territorio risultati tangibili e destinati a durare nel tempo.

Il progetto coinvolge anche l’aspetto legato al cibo. Si è infatti appena chiusa con successo la prima edizione del laboratorio gastronomico delle Valli Resilienti, domani vi parleremo del Ricettario e vi daremo l’opportunità di scaricarlo in formato PDF.