• ITA
  • ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

    Appunti di degustazione: Villa Giardino a Paderno Franciacorta

    Ristorante Villa Giardino - Paderno Franciacorta

    Ristorante Villa Giardino: un’esplorazione gastronomica nella storica terra di Franciacorta


    Nel cuore del pittoresco territorio di Franciacorta, la cui ricca tradizione culinaria si intreccia con il prestigio dei suoi vini, si erge un’istituzione gastronomica amata da tre generazioni di gourmet: il Ristorante Villa Giardino.
    Mamma Antonella e papà Federico sono presenti e attivi nelle giornate del ristorante, ma l’ambizione dei talentuosi fratelli Filippo Serlini in cucina e Ruggero Serlini in sala è il prossimo capitolo di Villa Giardino. Questo gioiello di location offre un’esperienza indimenticabile che si fonde abilmente con la storia e il fascino dei luoghi.

    La nostra serata inizia con un vero e proprio viaggio dalla città di Brescia ad una piccola oasi: il ristorante è in effetti immerso nel verde, e per entrare si attraversa un piccolo ponte che passa sopra un delizioso laghetto circondato da statue dipinte con colori sgargianti, un connubio inaspettato di tradizione e cultura POP.
    La cena è sapientemente diretta da Filippo, e prende il via con un irresistibile Tataki di tonno al sesamo, una vera e propria sinfonia di sapori marini, impreziosita dall’ananas sciroppato per un tocco di freschezza tropicale.

    Ristorante Villa Giardino - Paderno Franciacorta - Tataki di tonno al sesamo

    A seguire, un’esplosione di gusto ha caratterizzato la spadellata di funghi e zucca, coperta da una delicata spuma di patate al tartufo, che ha creato un carnevale di Rio in bocca.

Ruggero ci consiglia di abbinare al menù scelto da Filippo un vino a lui caro: una bottiglia di bianco proveniente da San Martino della Battaglia chiamato Campo del Soglio, noto come “vino interrogativo” a causa di una disputa relativa al nome del vitigno stesso, un tempo TOCAI. Questo vino racconta una storia intrigante: la cantina si riappropria del territorio attraverso un divertente gioco di riscoperta e reinterpretazione, non disposta a cedere la propria identità così facilmente.

    Ristorante Villa Giardino - Paderno Franciacorta - Spadellata di funghi e zucca

    Il primo piatto ci riporta negli gli spumeggianti anni ’90: un delizioso Risotto al pesto di rucola, lime e stracchino, con scampi. La cremosità del risotto, arricchita dalla freschezza del pesto di rucola e dalla nota citrica del lime, si è fusa armoniosamente con la dolcezza degli scampi, creando un piatto indimenticabile.

    Ristorante Villa Giardino - Paderno Franciacorta - Risotto al pesto rucola

    A seguire, il Carrè d’agnello si presenta con gli effetti speciali, rimembrando un dipinto di Pollock, e lasciandosi mangiare con goduria: posso assicurare che non c’era traccia di carne su quelle ossa, una volta finito il piatto.

    Ristorante Villa Giardino - Paderno Franciacorta - Carrè d'agnello

    Al mio compagno hanno invece servito una combinazione di sapori ricchi e sapientemente equilibrati: un Raviolone ripieno di ricotta, spinaci e tuorlo d’uovo, condito con una splendida fonduta al Bagòss, per poi continuare con un Trancio d’ombrina con olive disidratate e insalata di finocchio e arancia, che ha creato lo slogan luminoso “Villa Giardino chiama estate” nella nostra testa.

    Nonostante fossimo abbondantemente sazi,  il nostro palato indulgente ha trovato spazio per chiudere la serata con un trionfale Èclair con mousse al cioccolato, caffè e caramello, e uno Strudel di mele accompagnato da un ottimo gelato alla cannella.

    Dolce e caffè sono nuovamente territorio di Ruggero, che con sapiente occhio ci consiglia prima di abbinarci un Passito del Benaco IGT della stessa cantina del vino interrogativo, per poi concludere con una Grappa di Marzemino invecchiata di Tenuta la Vigna.
Sorridendo condividiamo questa lussuriosa sensazione di essere stati viziati dall’inizio alla fine.

    Ogni piatto è stato presentato con cura e passione, riflettendo l’attenzione ai dettagli e il rispetto per la tradizione culinaria che contraddistinguono il ristorante Villa Giardino. Il calore dell’accoglienza ha reso l’esperienza ancora più memorabile, trasformando una semplice cena in un’occasione da ricordare. Questa specifica occasione era la Festa della Donna: infatti, mentre noi cenavamo tranquilli, nella sala accanto il ristorante aveva 140 ospiti che mangiavano, cantavano e si divertivano sulle note di un Dj Set dedicato alle signore. Punto forte di questa location infatti sono gli eventi dai grandi numeri: dai Matrimoni ai Battesimi, passando per le classiche ricorrenze da calendario, come la prossima Pasqua.

    In conclusione, il Ristorante Villa Giardino è un luogo parte nella storia di tanti bresciani, non solo franciacortini. Grazie alla visione di Nonno Gregorio si è creato un posto che, nonostante gli ampi spazi regala intimità, dove la gentilezza è di casa e il concetto di ospitalità viene onorato a tutti gli effetti, dando agli ospiti il lusso di rilassarsi in un contesto di classe e allo stesso tempo così dolcemente informale.

    Giulia Bosis
    Food & Beverage Specialist


    Rimani aggiornato su Eventi e Manifestazioni
    .. tutte le settimane direttamente sul tuo telefono


      Con il Servizio News Week di Brescia a Tavola riceverai settimanalmente informazioni sugli eventi e manifestazioni enogastronomiche in programma nella provincia di Brescia. Ti arriveranno su WhatsApp, E-mail o su entrambi i canali. Iscriviti ora! Il servizio è gratuito per 2 mesi.



      (*) In omaggio, al momento della sottoscrizione annuale del servizio, la BresciaatavolaCARD per ottenere sconti nei ristoranti e produttori food&wine della provincia di Brescia
      Accetto la privacy ai sensi e per gli effetti del regolamento UE 2016/679 GDPR*


      Brescia a Tavola | Associazione Brescia a Tavola
      License Creative Commons CC
      P. Iva: 04489920985