Tesori del gusto e dell’arte custoditi fra i monti: il borgo di Bagolino

L'antico borgo di Bagolino

 

La provincia bresciana, oltre a racchiudere numerose e notevoli eccellenze dell’enogastronomia nostrana, è ricca di bellezze naturali e patrimoni culturali. Se il tempo lo consente, vale assolutamente la pena programmare una gradevole gita in Valsabbia per assaggiare, insieme ai formaggi montani, l’atmosfera storica di un borgo medievale come Bagolino.

Situato nell’estremità settentrionale della Valsabbia, Bagolino sorge in un’ampia depressione nella valle solcata dal torrente Caffaro. Comunica con le valli adiacenti per mezzo di due importanti passi che ebbero in tempi antichi e meno antichi (fino alla Seconda Guerra Mondiale) grande interesse strategico, il Passo di Croce Domini ed il Passo del Maniva.

La posizione unica di Bagolino cela inoltre un aspetto pittoresco: questo borgo si distingue infatti per essere uno dei comuni medievali meglio conservati dell’Italia settentrionale. Le case sono addossate le une alle altre collegate da sottopassaggi sotterranei e ornate da balconate in ferro battuto. Le strade tortuose, gli stretti vicoli e l’abbondanza di pievi, fonti, portici, ripide scalinate ed edifici storici la rendono pressoché unica nel circondario da un punto di vista sia estetico che storico.

Animata nella stagione invernale da vari impianti sciistici e in quella estiva dalle varie attività del vicino sul Lago d’Idro, come la pesca e la vela, Bagolino è in grado di offrire ai golosi e a tutti gli amanti della buona tavola peculiari specialità gastronomiche. Senza ombra di dubbio il  risultato di secolari tradizioni culinarie, custodite gelosamente e tramandate nel corso dei secoli. Spicca il Bagòss, ma come non citare la polenta tiragna, i capù maghèr, le mericonde…

Ricca insomma di interessanti mete escursionistiche per chi ama la natura, e di tesori artistici come le opere di Tiziano, Tintoretto, Torbido, Palma il Giovane e Pietro Mera nella Chiesa di San Giorgio, e il ciclo di affreschi di Gianni Pietro da Cemmo nella Chiesa di San Rocco, Bagolino si candida di diritto fra le principali destinazioni turistiche della provincia di Brescia: per chiunque apprezzi l’arte, la montagna, la natura, il lago e… la buona tavola!


Rimani aggiornato su Ricette, Eventi e Manifestazioni! ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER