La Polenta, un insospettabile cibo anti-stress

Polenta

 

Con il freddo degli ultimi giorni, cresce la voglia di piatti fumanti sulle nostre tavole. Ce n’è uno in particolare che oltre a scaldare, contiene delle proprietà che si rilevano ottime per combattere lo stress: la Polenta. Il magnesio contenuto all’interno di questo antico alimento è in grado di riequilibrare il sistema nervoso e di attivare il metabolismo stimolando la produzione di serotonina, l’ormone della felicità, e agendo così come un vero e proprio anti-stress naturale.

Polenta e Salute

Calda e morbida, la polenta viene preparata con la farina di mais (e non di grano), ed è un piatto ideale per chi vuole evitare il glutine. Ha un indice glicemico davvero modesto, quindi mantiene basso il livello di zuccheri nel sangue.

La Polenta contiene diversi utili sali minerali, oltre alla vitamina E, che essendo un anti-ossidante combatte l’invecchiamento cellulare. Ma il beneficio più originale proviene appunto dal magnesio che produce la serotonina e regala a questo piatto la proprietà di genuino anti-stress.

I Giusti abbinamenti

La polenta si presta a deliziosi accostamenti: con un apporto calorico di 260 calorie ogni 100 grammi,  non si può certo definire un piatto “grasso”. I grassi costituiscono appena il 3% della sua composizione, di contro al 77% di carboidrati e l’8% di proteine.

Ciò nonostante, viene considerata un piatto abbastanza calorico a causa dei cibi che solitamente la accompagnano e ne esaltano il gusto:  formaggi grassi come il gorgonzola, brasati e spezzatini. Così, la polenta si trasforma in un piatto ricco di grassi saturi e poco digeribile.

Meglio accompagnarla dunque con condimenti e pietanze più leggere come i funghi freschi. Ottima anche insieme alle verdure come la cicoria e ai legumi come i ceci e le lenticchie , che aggiungono e mantengono il piatto leggero e nutriente. Si può abbinare anche al pesce, come si usa in alcune zone della Toscana.

Per cui,  mangiate la polenta: è leggera, scalda il corpo e combatte lo stress. Noi vi suggeriamo la polenta con i funghi trifolati, una ricetta facile e gustosa.

Polenta con i funghi trifolati

 

Polenta con i funghi trifolati

 

Per cuocere la polenta non servono particolari abilità, ci vuole unicamente un po’ di pazienza se decidete non utilizzare quella precotta, come vi consigliamo noi.

Per quanto riguarda i funghi trifolati si tratta di una preparazione davvero semplice, ma come ogni ricetta classica, per realizzarla alla perfezione, è necessario seguire alcuni passaggi. Innanzi tutto utilizzate degli ingredienti di qualità, poi fate una pulizia accurata dei funghi (potete acquistare anche quelli già puliti)  e infine effettuate una cottura breve. In questo modo otterrete funghi trifolati perfetti: succosi, saporiti, teneri al palato, ma allo stesso tempo integri e carnosi. 

In una padella antiaderente, aggiungete 2 cucchiai d’olio 2 spicchi d’aglio sbucciati e leggermente schiacciati. Lasciate dorare l’aglio per meno di 1 minuto a fiamma vivace fino a doratura. Aggiungete quindi i funghi ed  una manciata di prezzemolo precedentemente lavato e tritato. Girate immediatamente i funghi, in modo che si insaporiscano e lasciateli cuocere a fiamma “moderata/vivace” senza coperchio. È molto importante che i funghi si cuociano senza coperchio, perché quest’ultimo tende ad aumentare il vapore e creare acqua in padella. Girate di tanto in tanto e lasciate cuocete a fiamma vivace per 3 minuti circa.

Durante la cottura, se non avete aggiunto per la pulizia dei funghi e se non avete chiuso la padella con il coperchio, i vostri funghi, non dovrebbero rilasciare troppa acqua. A fine cottura aggiustate il sale e il pepe, aggiungete un altro cucchiaino di prezzemolo fresco ed uno di olio ed ecco pronti i funghi da accompagnare alla vostra polenta fumante!

Qui alcune ricette tipiche bresciane a base di polenta.

 

Ricette tipiche con polenta

 


Rimani aggiornato su Manifestazioni, Ricette e Serate a Tema!
?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER