La bandiera delle produzioni bresciane sventola a Vinitaly

Vinitaly 2016

Nella settimana che precede l’apertura del più importante salone mondiale dedicato al vino – Vinitaly – non possiamo certo esimerci dallo scrivere due righe al riguardo, con gli occhi puntati sulle produzioni bresciane, naturalmente.

I dati diffusi da Ais Lombardia parlano chiaro: le produzioni Docg sono cresciute di oltre l’11% mentre quelle Doc hanno visto una crescita del 9%. In questa vendemmia, destinata ad entrare negli annali per l’alta qualità espressa, i produttori hanno puntato ad un livello qualitativo top.

Queste sono le credenziali con cui si presentano le aziende della Lombardia, nell’anno in cui ricorre la 50ª edizione di Vinitaly, in programma a Verona dal 10 al 13 aprile. I produttori partecipanti saranno ospiti ancora una volta nell’area Expo a maggiore affluenza, che vedrà la presenza di circa 200 aziende e oltre 1000 etichette in degustazione.

Ma vediamo come si presentano i Consorzi bresciani in questa irrinunciabile vetrina, nella quale si susseguiranno una fitta serie di incontri e di degustazioni per buyer, operatori e giornalisti interessati a conoscere ogni vino in tutte le sue sfaccettature.

Consorzio per la Tutela del Franciacorta: stand B/C16
“F for Franciacorta”. È questo il titolo del film, un cortometraggio di una ventina di minuti, prodotto dal Consorzio Franciacorta per rendere omaggio al vino e la sua terra. Il Consorzio ha infatti voluto raccontare l’essenza del Franciacorta attraverso le parole dei produttori e le immagini del territorio.

Consorzio Tutela Lugana: stand A 10/11
Con il 75% di prodotto esportato nel 2015, il Lugana si conferma non solo come uno dei più grandi vini bianchi italiani, ma anche come uno dei più apprezzati all’estero. In particolare, i dati ribadiscono un amore che non conosce crisi e che unisce i tedeschi al Lugana Doc: la Germania assorbe infatti il 40% della produzione.

Consorzio Valtènesi: stand B9
Vinitaly in Rosa per il Consorzio Valtènesi, che nella rassegna veronese brinderà con i Chiaretti del Millesimo 2015. Il Consorzio, che dal 3 al 5 giugno proporrà la nona edizione di “Italia in Rosa” a Moniga del Garda (Brescia), sta anche lavorando a un’importante modifica dei disciplinari di territorio sostenuta da un patto tra i produttori della filiera.

Consorzio Montenetto: stand B10 – Ente Vini Bresciani: stand B8
Il Capriano del Colle Doc Marzemino, novità introdotta con il disciplinare del 2011, è il vino più rappresentativo del territorio, in quanto ottenuto da tre cloni autoctoni che ne determinano tipologia e dimensione del grappolo, oltre al colore rosso rubino. I produttori del territorio puntano alla qualità e sono tutti in conversione alla produzione biologica.

Che dire, non resta che procurarsi i biglietti sul sito ufficiale. Ma se conoscete qualche produttore per un ingresso ridotto è meglio… il prezzo non è popolare!


Rimani aggiornato su Ricette, Eventi e Manifestazioni! 📩  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER