Oggi prepariamo: vellutata di zucca e zenzero o zenzero candito? A voi la scelta!

Zenzero

 

Chi non ha mai sentito parlare dello zenzero alzi la mano. Anche il “supercatino” di quartiere propone in bella mostra un cesto in cui campeggia questa esotica radice dalle mille proprietà benefiche: dalla digestione agli effetti dimagranti, dalla buona circolazione all’aiuto contro il mal di gola e la tosse.

La prima volta che l’ho acquistato, alcuni anni fa, l’ho assaggiato a crudo ed ho concluso che questa inconsueta “spezia” non era affatto di mio gusto. Non sapevo davvero cosa farmene. Probabilmente anche a qualcuno di voi sarà accaduta la stessa cosa. Lo avete comprato spinti dalla curiosità. Poi tornati a casa lo avete messo nel frigorifero, in attesa di impiegarlo in qualche modo, e dopo qualche settimana, ahimè, lo avete impietosamente buttato nella pattumiera.

In realtà, sapientemente utilizzato, lo zenzero è in grado di dare quel tocco in più ai vostri piatti. Si abbina perfettamente con preparazioni a base di pesce, riso oppure risotti come, ad esempio, il risotto alle vongole carote e zenzero. Da non dimenticare contorni di verdure, macedonie, ma anche stufati e zuppe appartenenti alle tradizioni culinarie asiatiche e non.

Innanzitutto ricordate che il più delle volte vi converrà grattugiarlo: in quanto radice, sarà per voi molto più pratico usarlo in questo modo. Conviene però procurarsi una grattugia apposita che potete trovare facilmente sul web (quella originale è in porcellana).
Il modo più semplice per arricchire i vostri piatti è naturalmente grattugiare lo zenzero fresco su zuppe, insalate e verdure , oppure  sul riso.

Noi però preferiamo suggerirvi un paio di ricette.

Vellutata di Zucca e Zenzero

Iniziamo con una Vellutata di zucca e zenzero. La semplice combinazione di questi due ingredienti permetterà di disporre di una pietanza tanto saporita quanto efficace che vi aiuterà a liberare il corpo dalle tossine. Si tratta di un piatto facile da realizzare che migliora il transito intestinale e vi può aiutare a raggiungere il peso forma.

Crema di zucca e zenzero

Ingredienti per 4 persone:

4 cucchiai olio evo
1 cipolla di Tropea piccola
750 grammi zucca mantovana, Avalo o provenzale
2 carote
1 cucchiaino radice fresca di zenzero grattugiato
700 ml brodo vegetale oppure acqua e 1 cucchiaio scarso di brodo granulare vegetale
1 cucchiaio succo di limone

Preparazione

Scaldare l’olio in una pentola abbastanza capiente, insieme a 2 cucchiai di acqua. Pelare la cipolla, tagliarla a fettine sottili e poi farla cuocere nella pentola con l’olio per 2 – 3 minuti, a fiamma bassa, sino a che sarà tenera.

Preparare la zucca togliendo la buccia e i semi. Tagliare la polpa ottenuta a tocchetti, poi unirli alla cipolla e mescolare bene, per far insaporire.

Pelare le carote, tagliarle a rondelle e aggiungerle alla zucca, mescolando ancora. Bagnare con il brodo, oppure con l’acqua e il granulare. Lasciare sobbollire a fiamma bassa per circa 10 minuti, poi aggiungere lo zenzero (iniziare grattugiando un piccolo pezzo di radice fresca e arrivando al massimo ad un cucchiaino di polpa grattugiata, altrimenti potrebbe essere troppo forte).

Aggiungere anche una spruzzata di succo di limone e continuare a cuocere per circa 15 minuti, sino a che le carote e la zucca saranno tenere.

Usando un mestolo, trasferire le verdure e una parte del brodo in un zuppiera. Non mettere troppo liquido all’inizio, altrimenti ci si potrebbe trovare con una crema troppo fluida. Meglio aggiungerne poco a poco, a mano a mano che si procede. Frullare la crema sino a ottenere la consistenza desiderata. Servire subito, calda, oppure lasciandola intiepidire. Per un maggiore effetto scenografico e salutare la potete guarnire con un cucchiaio di un mix di semi oleosi, oppure, se non avete problemi di linea, la potete arricchire con dei crostini di pane.

Zenzero candito

Un altra ricetta davvero interessante è quella dello zenzero candito fatto in casa: un ottimo intermezzo per una pausa salutare durante la giornata. Ne esistono vari tipi in commercio, ma tutti potrebbero contenere troppi zuccheri aggiunti.

Ecco qui la ricetta casalinga

Ingredienti

500 g di zenzero fresco e senza buccia
500 g di zucchero di canna o semolato
1,5 l d’acqua

Procedimento

In generale per le quantità basatevi sul peso dello zenzero e aggiungetene lo stesso peso di zucchero di canna o semolato. Poi iniziate con la preparazione.
Pulire e tagliare lo zenzero e dopo averlo fatto fettine più sottili – o a cubetti – fatelo bollire per 20/30 minuti o almeno fino a quando lo zenzero non si sarà ammorbidito.
(Un utile video su come sbucciare lo zenzero qui: https://www.youtube.com/watch?v=pwzGJchjG-I)
Una volta scolato rimettetelo sempre nella stessa pentola, con dell’altra acqua, che questa volta non deve ricoprire tutto lo zenzero. Non buttate via l’acqua della prima cottura: è un’ottima tisana se bevuta calda, o, se lasciata raffreddare, una bevanda dissetante benefica. A questo punto potete aggiungere lo zucchero di canna.

Fate cuocere acqua, zucchero e zenzero fino a quando l’acqua non evaporerà. Potrebbero volerci dai 20 ai 30 minuti.
Prelevate poi lo zenzero, scolate lo sciroppo che si sarà creato e fate raffreddare il vostro buonissimo zenzero candito in pentola per circa 1 oretta, mescolando di tanto in tanto.
Dopo che si sono raffreddati, i pezzettini di zenzero devono asciugarsi su carta da cucina, meglio da forno. Se li volete ancora più dolci provate a cospargerli con altro zucchero.