Torta pasqualina ai carciofi

Torta Pasqualina ai carciofi

 

Torta pasqualina ai carciofi. Ecco la torta salata per tutti, fatta con ingredienti selezionati e pensata per un momento di condivisione durante le feste pasquali.

Pasqua si avvicina, e con questa festività arrivano anche dolci e piatti pasquali: una miriade di ricette e di tradizioni culinarie che da secoli caratterizzano un momento dell’anno speciale, importante non solo sotto il profilo spirituale e religioso ma anche perché simboleggia il ritorno della primavera, del risveglio della natura e – non per ultimo – di passeggiate e trekking fuori porta.

Uno dei simboli della Pasqua è sicuramente la torta pasqualina, un classico della tradizionale gita di Pasquetta: questa torta salata, infatti, oltre ad essere appetitosa e nutriente, è anche molto pratica, perfetta per essere trasportata in vista di un pic-nic e consumata – anche fredda – in mezzo alla natura. Inoltre, l’ingrediente caratterizzante, le uova, è proprio il simbolo della festa da cui la torta pasqualina prende il nome.

La vera ricetta della torta – diciamolo subito – appartiene alla tradizione genovese (ma non c’è dubbio che, con il tempo, molte altre cucine locali si siano appropriate di questo piatto, ognuna con le proprie varianti). Noi vi proponiamo la ricetta originale, ideale per chi preferisce usare prodotti biologici e d’origine controllata: prevede un gustoso ripieno a base di prescinsêua, un formaggio ligure dal sapore acidulo e dalla consistenza simile a quella della ricotta, mischiato ad abbondanti bietole o carciofi.

La nostra versione si basa proprio sulla variante con i carciofi: li preferiamo perché, oltre ad essere una grande fonte di fibre e sali minerali, contengono molta vitamina C e le vitamine del gruppo B, in particolare la B1 ed B3. Hanno anche un alto contenuto di ferro, indispensabile per la salute del nostro sangue, e possiedono proprietà depurative e antiossidanti: un vero toccasana per la salute!

Ingredienti:

Per il ripieno
1 cipolla
8 carciofi di medie dimensioni
6 uova
Maggiorana e aglio tritati (q.b.)
70 gr parmigiano grattugiato
500 g di prescinsêua o ricotta (meno acidula rispetto al formaggio genovese)
Sale (q.b.)
Burro

Per l’impasto
300 g di farina 00
3 cucchiai colmi di olio extravergine
Acqua
Sale

Preparazione della Torta pasqualina ai carciofi:

Per preparare la torta pasqualina, bisogna innanzitutto occuparsi dell’impasto. Sciogliete il sale nell’acqua; mettete la farina in un recipiente sufficientemente grande, aggiungete l’olio e l’acqua salata. Qualora l’impasto dovesse risultare troppo duro, aggiungete un cucchiaio d’acqua. Impastate il composto fino ad ottenere una pasta elastica; dividete l’impasto in due panetti, ungeteli con qualche goccia d’olio e lasciateli riposare per circa un’ora in un luogo fresco, coperti con un canovaccio.

Nel frattempo potete preparare il ripieno. Pulite con cura i carciofi, eliminando le foglie più dure (soprattutto quelle esterne) e le spine; successivamente tagliateli a pezzettini. In un tegame, soffriggete la cipolla in poco olio; se preferite un soffritto più leggero potete utilizzare un bicchiere d’acqua. Quando la cipolla sarà ben dorata, unite i carciofi e lasciateli rosolare a fiamma media; lasciate raffreddare il tutto.
Versate il contenuto della padella in una terrina, aggiungendo la ricotta, il trito d’aglio e maggiorana, due uova, sale, pepe e parmigiano, e amalgamando gli ingredienti con un cucchiaio di legno.

Quando l’impasto avrà riposato per un’ora, stendete i due panetti in altrettante sfoglie molto sottili. Ungete con un po’ d’olio un tegame rotondo da 24 cm di diametro, e adagiatevi la prima sfoglia; fate aderire la pasta alle pareti del recipiente. Versate il ripieno nel tegame e livellatelo bene; con un cucchiaio, scavate quattro fossette equidistanti nel ripieno. Sgusciate un uovo in ognuna delle fossette. Facendo attenzione a non rompere i tuorli, cospargeteli con un pizzico di sale e un ciuffetto di burro. Ricoprite delicatamente il tutto con la seconda sfoglia. Ripiegate il bordo della pasta su se stesso, lasciando un piccolo spiraglio aperto; in questo modo l’aria entrerà all’interno della sfoglia, gonfiandola. Spennellate la superficie con un filo d’olio.
Cuocete in forno a 180 °C per 40 minuti circa. Potete verificare la cottura infilando uno stuzzicadenti al centro della torta: se, estraendolo, risulta umido o vi sono pezzetti di impasto attaccati, la torta non è ancora cotta. A cottura ultimata, versate un ulteriore filo d’olio sulla superficie della sfoglia per creare la tipica increspatura della torta pasqualina.

Consigli:

La torta pasqualina ai carciofi va consumata fredda; l’ideale è pazientare fino al giorno successivo alla preparazione.
Il formaggio che consigliamo è il prescinsêua, tipico della tradizione culinaria genovese. Tuttavia non è sempre facile reperirlo, e per alcuni il sapore potrebbe risultare troppo forte; eventualmente, potete sostituirlo con una semplice ricotta biologica di latte vaccino (o mista).
Con gli scarti della pasta, ripiegati a cono e adagiati sopra la sfoglia, potete creare una semplice ma gustosa decorazione.


Rimani aggiornato su Ricette, Eventi e Manifestazioni! 📩  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER